SALERNITANA – Tempo di addii

La Salernitana si lascia alle spalle il suo tribolato campionato con poca voglia di festeggiare e tanti dubbi sul suo futuro. Il rompete le righe e la cena in programma stasera ultimi atti ufficiali della stagione, ma già si pensa alla prossima. I calciatori attendono lumi e certezze su tutti i fronti. Sotto l’aspetto tecnico il dato ineluttabile è che, qualunque decisione avrà assunto la società, la Salernitana dovrà ricostruire il suo parco calciatori. Pochi, infatti, quelli sotto contratto e, soprattutto, intenzionati a restare in granata. Fusco, Soligo e Kyriazis potrebbero essere le pietre miliari da cui ripartire. Il capitano ambisce a battere il record di presenze con la maglia della Salernitana e a strapparlo a Breda, suo capitano nell’anno della promozione in massima serie. Il veneto ed il greco sono stati tra i migliori per rendimento e dovrebbero far parte del nuovo corso. Per il resto tanta incertezza. Ganci, uno dei calciatori col contratto in scadenza, non ha ancora raggiunto l’accordo per il prolungamento, mentre Merino, che ha un accordo per altre tre stagioni, vede ogni giorno attribuirsi nuovi estimatori e crescere la sua quotazione di mercato. Circostanze, queste, che, se confermate, spingerebbero il peruviano, attualmente impegnato con la sua nazionale, verso altri lidi. Per Scarpa c’è da sciogliere il nodo comproprietà con la Paganese. Benevento, Reggina ed altri club sono già in agguato. Tutti i giocatori in prestito rientreranno alla base. Curioso poi il fatto che la Salernitana abbia un solo portiere sotto contratto, il giovane Robertiello che rientra dal prestito al Cassino insieme a Pepe e Giannone. Per la porta, dunque, andrà individuato un nuovo ed affidabile custode. Il futuro di Di Napoli pare lontano da Salerno dove ritornerà, di rientro da una buona stagione a Piacenza, Ferraro. Aperta anche la questione allenatore. Brini aspetta, ma la sua candidatura non pare fortissima. Murolo, intervenendo domenica scorsa in Zona Mista, ha regalato una chicca: due mesi fa, c’era più di una parola con Moriero, che piace anche a Lecce e Frosinone. Ora tutto è tornato in discussione anche perchè non si sa ancora chi sarà il nuovo operatore di mercato del club granata che è legato da un altro anno di contratto con Fabiani. Gregucci, candidato della prima ora, dovrebbe restare a Vicenza, ed allora ecco spuntare i nomi di giovani emergenti, Giannini e Pane, ma pure Sabatini del Padova. C’è chi parla di Gustinetti che, però, dovrebbe andare alla Triestina da cui è in partenza Maran e potrebbe lasciare con lui anche il dg De Falco, idolo per una stagione del pubblico granata.

Una risposta

  1. STE 03/06/2009

Lascia un Commento