SALERNITANA – Dopo il cavalluccio, c’e’ il bilancio

Ha “dormito” per quattro anni in un faldone depositato presso la cancelleria del Tribunale Fallimentare attendendo un segnale, anche un investimento corposo ma proporzionato. Alle 11,40 di ieri mattina il giudice delegato, Guerino Iannicelli, ha aperto la busta presentata venerdì da Antonio Lombardi e decretato, alla presenza del curatore fallimentare della Salernitana Sport, dottor Nicola Nigro, l’assegnazione dell’Ippocampo per la cifra di 300mila200 euro euro più Iva del 20%, alla Power Energy srl di cui Lombardi è rappresentante legale. Ora toccherà al presidente della Salernitana – che ha sessanta giorni di tempo per completare il pagamento ed avere la disponibilità completa e materiale del Cavalluccio – trovare la formula giuridica giusta (Comodato? Donazione? Leasing?) per girare l’atteso marchio dalla Power Energy aggiudicataria dell’asta al club granata permettendo alla Salernitana di ripresentarsi ai nastri di partenza del prossimo campionato con l’Ippocampo ben visibile sulle maglie. Chiusa una partita, annosa, attesa ed importante, se ne apre un’altra perchè in giornata, in seconda convocazione, si riunirà l’assemblea dei soci. Lombardi e Murolo nel pomeriggio avranno modo di analizzare, con i rispettivi commercialisti, il bilancio del club granata. I due soci dovranno ricapitalizzare, ognuno in quota parte, per circa tre milioni di euro. Tre i possibili scenari che si profilano all’orizzonte: Lombardi e Murolo proseguono a braccetto mantenendo ferme quote e ruoli, Lombardi rileva anche il 30% delle quote di Vittorio Murolo e va avanti da solo, Murolo allevia Lombardi di parte del pacchetto azionario prendendo la maggioranza formale del club. Il tutto dovrebbe decidersi in giornata e dall’esito dell’assemblea dipenderà, in buona parte, il destino del club granata atteso, comunque, anche ad altri importanti adempimenti per completare la pratica d’iscrizione al prossimo campionato. Entro il 30 giugno la Salernitana dovrà, infatti, dimostrare di aver sistemato tutte le pendenze al 30 marzo con particolare riguardo al saldo degli emolumenti e dei contributi ai tesserati. Il club granata entro il 6 luglio dovrà anche regolarizzare anche la sua posizione davanti alla Covisoc. A giorni potrebbe essere discusso davanti alla Commissione Disciplinare il deferimento notificato otto giorni fa alla Salernitana.

Lascia un Commento