SALERNITANA – C’e’ Pepe sull’uscio

Da qualche anno non gli capitava di poter guidare una squadra fin dal primo giorno di ritiro. Per questo, Fabio Brini è apparso ancor più carico e motivato nel ritiro di Nocera Umbra dove il trainer marchigiano ha il compito e l’obiettivo di plasmare il più possibile a sua immagine e somiglianza un gruppo che ha già una sua precisa fisionomia e nel quale manca all’appello qualche pedina sulle corsie laterali. In difesa, dove per il momento Brini sta impiegando Galasso a sinistra e Kyriazis a destra, arriverà un difensore mancino. In mediana, invece, gli innesti saranno un paio. Uno di questi sarà Vincenzo Pepe, classe ’88, ormai svincolato dall’Avellino. Il giovanotto napoletano, un passato con Cremonese, Pescara e Venezia, nella passata stagione ha collezionato 26 presenze condite da 3 gol con gli irpini, destando negli addetti ai lavori un’ottima impressione al suo debutto in cadetteria. La Salernitana gli ha offerto un triennale e, una volta ratificata l’esclusione dell’Avellino dallo scenario professionistico, potrà annunciare l’ingaggio. Oltre a Pepe, che sarà tesserato come under, la Salernitana segue Soddimo e Rivas, ma anche Mazzeo e qualche svincolato di lusso. Si pensa di nuovo a Correa per avere un’alternativa a Cozza e Merino. Acri lavora molto anche per sfoltire la rosa. Per Giannone al Cassino mancano solo i dettagli, Cammarata e Coppola vagliano le diverse offerte pervenute, Fragiello, Giannusa e Sabatino dovrebbero accasarsi in Seconda Divisione. Discorso diverso per Di Napoli, che la Salernitana spera di cedere al più presto. Salvo sviluppi improvvisi, l’attaccante raggiungerà il ritiro a metà settimana. Brini, però, non sembra fremere all’idea. Ennesimo segnale di un idillio, quello tra Re Artù e la Salernitana, ormai finito.

Lascia un Commento