SALERNITANA – Brini blinda Pestrin

In mattinata Fabio Brini raggiunge Salerno per incontrare il presidente Lombardi e il diesse Acri per una importante riunione operativa. C’è da decidere sede e data del ritiro (probabilmente Storo nel Trentino) e soprattutto fare un primo, importante, punto sul mercato. La Salernitana dovrebbe partire per il romitaggio estivo tra il 10 ed il 13 luglio e per quella data Brini confida di avere a disposizione un gruppo abbastanza definito, da completare in corso d’opera. “Immagino che ci sia bisogno di cinque, sei giocatori per dare un volto abbastanza definitivo alla squadra tenendo conto di uno zoccolo duro già presente a Salerno e comunque – dice Brini – aspettatevi diversi giovani. Il calcio sta cambiando a tutti i livelli e bisogna adeguarsi”. Tra i giocatori da quali Brini vorrebbe ripartire c’è sicuramente Manolo Pestrin, mediano di tempra e qualità che quest’anno non ha reso come nelle aspettative generali. “Perchè era reduce da un infortunio al ginocchio – precisa Brini – e c’era da attendersi un rendimento altalenante. Il Pestrin che conosco io è un giocatore affidabilissimo”. Ma su Pestrin c’è da registrare il forte interesse del Brescia che già a gennaio provò a strapparlo alla Salernitana. La società granata sta valutando il da farsi, conscia del fatto che, dovesse cedere Pestrin, sarebbe poi obbligata ad andare sul mercato a caccia di un regista. Altro giocatore sul quale la Salernitana sta interrogandosi è Arturo Di Napoli che a breve incontrerà Lombardi ed Acri per capire quali scenari si stiano delineando per lui. “Per il momento – dice il tecnico – Di Napoli è un giocatore legato alla Salernitana da un altro anno di contratto. Si conoscono tutte le problematiche legate alla sua permanenza ma se non si dovesse trovare una collocazione sul mercato Di Napoli resterà con noi conoscendo, fin dal principio, le regole del gioco”. Per rimpinguare il reparto avanzato Acri guarda con particolare interesse a Massimo Ganci, svincolato e in attesa di comunicazioni. C’è ancora distanza tra le parti, ma il dialogo prosegue. Tra gli svincolati, occhio anche ad Erpen, ex Sassuolo assistito da Giuffrida anche lui atteso in giornata a Salerno per discutere della rescissione contrattuale di Coppola, della posizione di Scarpa, riscattato dalla Paganese ma ancora attratto dalla Salernitana, e del rinnovo del portiere Iuliano. Sempre per il ruolo di portiere: Berni piace ma l’ingaggio è ritenuto troppo alto. Sul taccuino i nomi di Aprea del Venezia, Agliardi del Palermo e Santoni del Bari.

Lascia un Commento