PROVINCIALI – Altro che futuro

Entrano di prepotenza, con i loro pregi e difetti, i personaggi importanti della politica campana in questa competizione per le elezioni provinciali. Si tratta di quei nomi che, sino a qualche anno fa, erano in grado, con le loro scelte di determinare fatti ed atti della politica e dell’amministrazione, tanto in Regione Campania quanto in Provincia di Salerno.
Clemente Mastella e Ciriaco De Mita, entrambi candidati alle elezioni europee rispettivamente nel PDL e nell’UDC, hanno scelto di scendere in campo, nelle elezioni provinciali, accanto al candidato Edmondo Cirielli, all’interno della coalizione di centro destra. Una scelta, sia di Mastella che di De Mita, fatta passare quasi senza commenti da parte della coalizione di centro destra. Difficile spiegare, sotto il profilo politico, una alleanza che sino a qualche mese fa, appariva sinceramente impossibile.

ALTRO CHE FUTURO – Chi interviene per commentare le scelte di De Mita e di Mastella, ma soprattutto di chi li ha voluti in coalizione, è il responsabile provinciale degli enti locali del Partito Democratico Vittorio Aliberti. “Il centro destra nel tentativo di vincere sta resuscitando vecchie logiche politiche. La coalizione del nostro avversario ha stretto un accordo con l’Udc, con Ciriaco de Mita, responsabile dello sfascio della sanità campana e ha recuperato Clemente Mastella, esperto di trasformismo politico. Questi sono fatti! Si spieghi ai lavoratori delle strutture sanitarie perché da ormai 13 mesi non si pagano le spettanze.
Il centro destra afferma che il centro sinistra ha portato allo sfascio la regione, che è la rovina…e poi si allea con gli stessi autori: un vero contro senso.
Come lo spiegano agli elettori? Il PDL attacca le stesse persone che oggi sono nella stessa coalizione!”, conclude Aliberti.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento