POTENZA – Oltre a Vittorio Emanuele, a giudizio altri cinque

Oltre a Vittorio Emanuele di Savoia, il gup di Potenza Luigi Barrella, ha rinviato a giudizio, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione di pubblici funzionari, altre cinque persone: Rocco Migliardi, Ugo Bonazza, Nunzio Laganà, Gian Nicolino Narducci e Achille De Luca. Inoltre, per Rocco Tancredi, che aveva chiesto il rito abbreviato, il gup ha disposto l’assoluzione per non aver commesso il fatto. In totale, erano 32 le richieste di rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta "Savoiagate" partita da Potenza: per alcuni indagati il gup ha dichiarato l’incompetenza territoriale, trasferendo i fascicoli ad altre Procure. Per gli altri, invece, c’é stato il proscioglimento.

Lascia un Commento