Porti, cresce traffico merci a Napoli e Salerno, calano i crocieristi

Traffici in crescita ai porti di Napoli e Salerno nei primi 10 mesi del 2017 rispetto allo scorso anno.

E’ quanto evidenzia una nota dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno Centrale, spiegando che il settore commerciale guida questa fase di ripresa, facendo registrare un aumento nel traffico container pari all’11% rispetto all’analogo periodo del 2016, con un totale complessivo di contenitori movimentati di circa 802mila.

Nel porto di Napoli la crescita è pari al 7% circa, mentre nel porto di Salerno è di circa il 15%. Confermata la rilevante crescita nel settore del traffico ro-ro nel porto di Salerno, con un aumento, nei primi dieci mesi del 2017 di +26,50%.

Nel traffico passeggeri, Napoli e Salerno segnano un incremento complessivo del 4,6% nei primi dieci mesi del 2017. Ma ad aver avuto la crescita più rilevante è il porto di Salerno con un incremento dei passeggeri di oltre il 24%, con 665mila passeggeri del 2017 rispetto ai 535mila circa dell’analogo periodo dell’anno precedente.

Nel traffico crocieristico si conferma un calo, che riflette una flessione dell’intero Paese, dovuta alla riorganizzazione negli ultimi anni delle rotte. I primi dieci mesi del 2017 si chiudono per l’Autorità del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale con una flessione di circa il  29%. La flessione è stata più rilevante a Salerno avendo registrato un – 41%, 65mila crocieristi nel 2017 contro i 110mila nel 2016. Le previsioni di traffico per il 2018 indicano che complessivamente tra Napoli e Salerno si supererà il milione e cento mila crocieristi, con una ripresa rispetto al 2017.

Lascia un Commento