Pellezzano (SA) – Un VIP per la poltrona da Sindaco

I sindaci ben voluti, quelli che amministrano in maniera egregia ed ottengono ampio consenso tra i cittadini, hanno un nemico al momento imbattibile che non è la avversa parte politica ma il vincolo giuridico del Terzo Mandato. La legge attuale prevede che, dopo 10 anni consecutivi di amministrazione, bisogna andare a casa e lasciare libera la poltrona di primo cittadino. Una scelta obbligata dinanzi alla quale ognuno escogita stratagemmi e tattiche per proseguire, anche se indirettamente, la gestione della cosa pubblica.
Il caso di scuola è quello adottato dal sindaco di Salerno Vincenzo De Luca che, all’epoca in cui dovette fare i conti con il terzo mandato, indicò in uno dei suoi piu’ stretti collaboratori,Mario De Biase, l’uomo incaricato di proseguire il lavoro amministrativo avviato a Palazzo di Città. La storia, poi, è andata come è andata, con la rottura dei rapporti tra De Luca e De Biase.
Altri sindaci hanno fatto scelte diverse, forse proprio per evitare che i loro successori potessero stravolgere le dinamiche dell’amministrazione comunale. Facciamo riferimento a Mercato San Severino ed a Bellizzi dove i super sindaci Giovanni Romano e Mimmo Volpe hanno individuato, per la loro successione obbligata dinanzi al vincolo del terzo mandato, personaggi provenienti dalla società civile come Rocco D’Auria e Bruno Dell’Angelo.
Quando, però, la soluzione al dilemma del terzo mandato la si trova direttamente in casa meglio ancora. A Giffoni Valle Piana l’attuale consigliere regionale del PD Ugo Carpinelli per superare l’empasse del vincolo del terzo mandato ha deciso di indicare per la poltrona di primo cittadino il nipote Paolo Russomando.
Da Pellezzano, adesso, arriva adesso l’ultima novità in materia di successione politica. Il sindaco Eva Longo, alle prese con il dilemma del terzo mandato, dovendo fare i conti con una situazione politica abbastanza complicata, lancia una provocazione, candidando alla poltrona di sindaco la cantante Katia Ricciarelli, che proprio nelle ultime settimana, ha anche ottenuto la cittadinanza onoraria del comune della Valle dell’Irno.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento