Oliveto Citra (SA) – Operai Scai Sud scrivono al presidente Napolitano

Un appello al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per rivendicare un "futuro dignitoso" e la possibilità di una ricollocazione occupazionale. A lanciarlo sono i lavoratori licenziati da alcune aziende che negli ultimi anni hanno cessato la loro attività in Campania. Tra loro anche i lavoratori della Scai Sud di Oliveto Citra in provincia di Salerno. "Nelle nostre condizioni – scrivono gli operai nell’appello a Napolitano – si trovano circa 2.000 lavoratori in Campania. Siamo senza reddito da molto tempo e ancora non si riesce a definire la nostra situazione tra Ministero del Lavoro e Regione Campania – dicono fra le altre cose i lavoratori – ". Anche i sindacati Fim Fiom e Uilm intervengono sullo stesso problema, affermando che per oltre 2mila lavoratori della Campania che hanno raggiunto i limiti massimi della mobilità ordinaria nel corso del 2008 e 2009, a tutt’oggi non é stata riconosciuta la mobilità in deroga, lasciandoli senza reddito e contribuzione previdenziale.

Lascia un Commento