Nocera S. (SA) – Attentato a Kabul, sindaco prolama lutto cittadino

Nocera Superiore ha proclamato una giornata di lutto cittadino sabato per ricordare il caporal maggiore Massimiliano Randino una delle sei vittime dell’attentato di oggi a Kabul. Il sindaco Gaetano Montalbano si è recato in visita ai familiari e parlando con i giornalisti ha annunciato l’intitolazione di una strada in memoria di Massimiliano. Il caporal maggiore della Folgore sarà ricordato anche in Consiglio comunale. Il sindaco Montalbano che conosceva di persona Massimiliano Randino non lo vedevo da qualche anno. Si era sposato nel 2004 ad Angri, la cittadina d’origine della moglie. La coppia si era poi trasferita a Sesto Fiorentino e non aveva figli. Il padre Mario di 63 anni ex imbianchino e la madre Anna D’Amato, di 58 anni, sono pensionati. Con la famiglia vive un fratello, Roberto, di 21 anni che lavora a Cava dei Tirreni. Una sorella Angela, di 27 anni, si è sposata da poco ed è in attesa di un bimbo.

Lascia un Commento