Nocera I. (SA) – Colf e badanti, scorpeta truffa allo stato, 3 provvedimenti di fermo

Associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina e truffa ai danni dello Stato. Sono le accuse con le quali i carabinieri della compagnia di Nocera Inferiore hanno eseguito, all’alba, a Roma e a Pagani, tre provvedimenti di fermo di indiziato di delitto emessi dalla locale Procura della Repubblica. Dalle indagini è emerso che un gruppo delinquenziale operante nelle attività relative alla emersione dal lavoro nero di extracomunitari impiegati come colf e badanti, ingaggiava falsi datori di lavoro, che tramite la compilazione del modello F24 e della dicharazione di emersione dal lavoro nero, inducevano in errore gli organi competenti al fine del rilascio del nulla osta per ottenere il permesso di soggiorno.Le indagini hanno fatto emergere anche uno sfruttamento della condizione di illegalità degli stranieri. Il sodalizio infatti si sarebbe fatto consegnare somme variabili tra i 500 e i 10.000 euro per la predisposizione di contratti di lavoro fittizi. Complessivamente sono una trentina gli stranieri clandestini oggetto della tentata regolarizzazione, mentre sarebbero 16 i fittizi datori di lavoro individuati, indagati per gli stessi reati.

Lascia un Commento