NAPOLI – Rifiuti. Bassolino e altri 27 imputati a giudizio

Sarà processato insieme ad altre 27 persone, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino per le presunte irregolarità nel ciclo di smaltimento dei rifiuti in Campania. Ieri sera il giudice per l’udienza preliminare, Marcello Piscopo, ha deciso il rinvio a giudizio dei 28 imputati tra cui anche gli ex vertici del commissariato di governo per l’emergenza, dirigenti e funzionari di imprese, in prima fila l’Impregilo e la Fibe, nonché responsabili di impianti di Cdr. Il processo comincerà il 14 maggio, davanti alla quinta sezione del Tribunale di Napoli. I pm titolari dell’inchiesta, Noviello e Sirleo hanno visto accolte tutte le loro richieste: il giudice infatti ha condiviso l’intero impianto accusatorio, con la contestazione di reati che vanno dalla frode in pubbliche forniture, alla truffa ai danni dello Stato, abuso d’ufficio, falso e reati ambientali. Tra gli imputati rinviati a giudizio oltre a Bassolino, figurano l’ex vicecommissario all’emergenza rifiuti Raffaele Vanoli, l’ex subcommissario Giulio Facchi, Pier Giorgio Romiti e Paolo Romiti, rispettivamente ex amministratore delegato dell’Impregilo e ex dirigente dell’Impregilo e della Fisia Italimpianti.

Lascia un Commento