NAPOLI – Problemi per i centri emodialisi per i mancati rimborsi dell’Asl

Nuovo allarme dei centri emodialisi accreditati della Campania a causa dei mancati rimborsi dovuti dalle Asl per un importo di circa 120 milioni di euro. Giulianna Fusco, presidente di Arcade, l’Associazione regionale campana ambulatori di emodialisi, sottolinea lo stato di grande disagio economico in cui si trovano i centri privati accreditati che forniscono la prestazione salvavita. Ci sono Asl, dice, che hanno un ritardo nei pagamenti di 22 mesi come la Salerno 1, e di 21 mesi come l’Asl Na 5. Pur avendo superato i tetti di spesa lo scorso anno, i centri di dialisi non hanno mai interrotto l’erogazione delle prestazioni così come è accaduto per i laboratori di analisi, le case di cura convenzionate e gli altri centri accreditati.

Lascia un Commento