Melfi (SA) – Niente accordo per l’indotto, sciopero

E’ rottura nelle trattative fra sindacati ed aziende in Basilicata nel settore auto. Il tutto è derivato dal mancato rinnovo di un’ottantina di contratti a termine alla Plastic e alla Magneti Marelli, due fabbriche dell’indotto Fiat di Melfi e dall’ipotesi di sostituirne una parte con operai dello stabilimento di Pomigliano d’Arco. E’ stato proclamato uno sciopero nelle due fabbriche dell’indotto a cui hanno risposto in maniera solidale anche gli operai della Sata di Melfi, che ieri sera hanno incrociato le braccia per due ore. Non sono andati, quindi, a buon fine, gli incontri di ieri fra le parti, per cercare di risolvere le vertenze. Ieri sera sono ripartiti i presidi dei lavoratori davanti agli stabilimenti, dove ci sono stati anche momenti di tensione. I sindacati ora chiedono l’intervento della Regione Basilicata.

 

Lascia un Commento