Melfi (PZ) – Mobilità sospesa alla Lasme

Mobilità sospesa ma solo temporaneamente alla Lasme di Melfi, l’azienda che produce alzacristalli elettrici per la Fiat. Lo ha deciso l’azienda al termine della riunione tenuta stamani in prefettura a Potenza. L’incontro era stato convocato dal prefetto a seguito delle proteste dei 174 dipendenti dello stabilimento, sette dei quali martedì sera sono saliti sul tetto della fabbrica. Se sospendere la clamorosa protesta gli operai lo decideranno in un’assemblea convocata in questi minuti nei pressi dello stabilimento. La Lasme che nei giorni scorsi ha deciso la chiusura della fabbrica oggi si è impegnata a sospendere le procedure di mobilità per tutti i dipendenti di Melfi fino ad un incontro che dovrebbe svolgersi al massimo entro il 4 settembre al Ministero dello Sviluppo economico. In sostegno della vertenza dei lavoratori Lasme stamani a Potenza si è tenuto un corteo con la partecipazione di lavoratori metalmeccanici del Potentino in sciopero per l’intera giornata. 500 secondo i sindacati, 150 secondo la Questura hanno manifestato nei pressi della prefettura.

Lascia un Commento