Marina di Camerota (SA) – Vietati gli schiamazzi notturni

Musica e schiamazzi dopo la mezzanotte non saranno più tollerati a Marina di Camerota. Lo ha fatto sapere l’assessore al Commercio della nota località balneare, Pierpaolo Guzzo, spiegando che l’amministrazione non è contro la movida e neppure contro i giovani, ma vuole solo che venga rispettata un’ordinanza firmata dall’ex sindaco Antonio Troccoli che impone il silenzio dopo le 24. Guzzo ha quindi avanzato l’ipotesi che la movida estiva possa "trasferirsi" altrove, magari sull’area del Mingardo, dove non esistono strutture alberghiere e abitazioni. Una soluzione questa che non piace al presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Amilcare Troiano, secondo cui al Mingardo si deve andare solo per contemplare e ammirare la natura. L’area del Mingardo, a Camerota, è di importanza comunitaria per la zona dunale, che ospita specie vegetali sempre più rare nell’intero bacino del mediterraneo. Quello del Mingardo – ha detto Troiano – è un sito da sempre al centro della nostra attenzione. Ne è un esempio, ha continuato, il progetto "Life natura", con il quale sono state installate, in accordo con gli operatori, passerelle in legno affinché le rarissime specie vegetali e l’habitat dunale del Mingardo vengano preservate.

 

Lascia un Commento