- Calcio: le ultime novita' delle squadre campane di calcio (AUDIO) - Mamma e bambino salvati dal Reparto Gravidanze a rischio del Ruggi di Salerno - Accordo Monte Bulgheria fra 4 sindaci del Cilento, gli obiettivi dalla loro voce - Cementificazione selvaggia, cosa è cambiato dal 1998? Una riflessione con Legambiente - La testa in bronzo di Apollo, star dell'Archeologico di Salerno, torna a casa. - Nasce il piano di Protezione Civile intercomunale della Valle Sele e Alburni - 18 anni fa la tragedia di Sarno, il ricordo commosso dell'attuale sindaco Giuseppe Canfora - Sfondano posto di blocco e fuggono, caccia all'uomo nella Valle dell'Irno - Consuma carne salernitana, la campagna lanciata a Salerno da Coldiretti - Salernitani nel Mondo: il cosmologo Ricciardone e le sue ricerche in Norvegia
venerdì 06/05/2016 ore 14:57
:. Cronaca .:

martedì 21 dicembre 2010 - 11:21
SALERNO - Arrestati i fratelli Forte, riconosciuti colpevoli dell'omicidio Acconcia avvenuto nel 90

   


Riconosciuti responsabili dell’omicidio dell’imprenditore salernitano Vincenzo Acconcia, commesso nel 1990 sul Masso della Signora, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, di 60 e 56 anni, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Assise di Salerno. I fratelli Forte, considerati elementi di vertice dell’omonimo clan camorristico, egemone a Baronissi, sono stati condannati alla pena dell’ergastolo per i reati di concorso in omicidio pluriaggravato, estorsione tentata ed altro, rilevando il pericolo di reiterazione dei reati. Secondo le indagini dei Carabinieri di Salerno, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, con altri 27 soggetti, erano stati già condannati, per associazione camorristica, nell’ambito della cosiddetta operazione “GATTOPARDO” condotta nell’Aprile 2001. Antonio Forte, tra l’altro, sta già scontando un ergastolo per l’omicidio di Tommaso Toriello, detto “ ‘o francese”, eseguito, a Lancusi di Fisciano nell’agosto 83. Il fratello Gennaro invece è stato arrestato nella propria abitazione di Baronissi e tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno-Fuorni.

Autore: Redazione di Radio Alfa scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Sfondano posto di blocco e fuggono, caccia all'uomo nella Valle dell'Irno

Un arresto per droga a Nocera Inferiore. Sequestrati 700 grammi di marijuana

Scommesse on line illegali. Anche Salerno tra le 19 citta' coinvolte nell'operazione

A Scafati rapina con sequestro di persona, due arresti

Rapina a una tabaccheria di Nocera Inferiore, 19enne ai domiciliari

Salerno, rissa tra italiani e stranieri in via Santi Martiri Salernitani

Truffe ai danni di società di trasporti, decine di arresti tra Salerno e Napoli

Precipita in un pozzo a Teggiano, donna ricoverata in ospedale

La giovane Valeria non ce l'ha fatta, i suoi organi saranno donati

Condannato a nove anni per abusi sessuali ex allenatore di calcio