- Agropoli, Capaccio, Eboli insieme per il Mondiale Audiolesi. Ascolta uno degli organizzatori - Anas: 740mila euro per lavori sul Raccordo Sa-Av e sulla Sorrentina - Colture distrutte dai cinghiali nel Vallo di Diano, il punto con il Presidente CM Accetta - A Monte San Giacomo 'la vacanza del sorriso' per i bambini affetti da patologie onco-ematologiche - Protestano i lavoratori della Fisciano Servizi, oggi raccolta firme all'Università - Scipparono una donna, due giovanissimi denunciati dai Falchi di Salerno - Salernitana, destinati a dividersi i gemelli del gol, Massimo Coda e Alfredo Donnarumma - Salvaguardia della caretta caretta, iniziativa del comune di Ascea - Mauro Maccauro 'In Cinque Minuti' sui motivi del Sì di Confindustria alla Riforma costituzionale - Affidata alla ASD Santa Maria Cilento la gestione del "Carrano" di Castellabate
mercoledì 29/06/2016 ore 07:22
:. Cronaca .:

martedì 21 dicembre 2010 - 11:21
SALERNO - Arrestati i fratelli Forte, riconosciuti colpevoli dell'omicidio Acconcia avvenuto nel 90

   


Riconosciuti responsabili dell’omicidio dell’imprenditore salernitano Vincenzo Acconcia, commesso nel 1990 sul Masso della Signora, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, di 60 e 56 anni, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Assise di Salerno. I fratelli Forte, considerati elementi di vertice dell’omonimo clan camorristico, egemone a Baronissi, sono stati condannati alla pena dell’ergastolo per i reati di concorso in omicidio pluriaggravato, estorsione tentata ed altro, rilevando il pericolo di reiterazione dei reati. Secondo le indagini dei Carabinieri di Salerno, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, con altri 27 soggetti, erano stati già condannati, per associazione camorristica, nell’ambito della cosiddetta operazione “GATTOPARDO” condotta nell’Aprile 2001. Antonio Forte, tra l’altro, sta già scontando un ergastolo per l’omicidio di Tommaso Toriello, detto “ ‘o francese”, eseguito, a Lancusi di Fisciano nell’agosto 83. Il fratello Gennaro invece è stato arrestato nella propria abitazione di Baronissi e tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno-Fuorni.

Autore: Redazione di Radio Alfa scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Scipparono una donna, due giovanissimi denunciati dai Falchi di Salerno

Presidio Fonderie Pisano a Salerno, traffico in tilt e momenti di tensione

Incidente stradale sulla SS95, investito 68enne poi morto in ospedale

Operazione 'Safety car'. I dati in provincia di Salerno

Il branco violenta una 16enne. Tutti arrestati a S.Valentino Torio

S.Valentino Torio arrestato 20enne marocchino, aveva 24 stecche di hashish negli slip

Sfruttamento della prostituzione, arrestato 70enne salernitano in Romania

Hackerato il sito internet del comune di Mercato San Severino. In home page foto di bimbi trucidati

Muore Nicola Pasquino, figlio dell'ex rettore Unisa. Aveva 42 anni, a breve sarebbe diventato papà

Bombola del gas in fiamme, bimbo ferito lievemente