- Imbarcazione confiscata alla malavita affidata al Giovanni XXIII di Salerno - Universiadi 2019. Previsti interventi di ristrutturazione di impianti sportivi - Cava de' Tirreni, nuovo regolamento per il centro storico e novità per la Festa di Monte Castello - Raccordo Salerno-Fratte-Mercato San Severino, definito il finanziamento per l'ammodernamento - Lo sviluppo dell'agricoltura cilentana passa per il biologico. Assemblea AIAB a Ceraso - Fonderie Pisano: Comitato Salute e Vita scrive a Susanna Camusso - I portici di Cava de' Tirreni si colorano grazie ai ragazzi delle scuole - Viaggio in comune... alla scoperta di Nocera Superiore con il sindaco Giovanni Maria Cuofano - Scoperto dopo quasi 70 anni un antico portale dell'ex mattatoio di Baronissi - Giovane si schianta contro muro a Scafati, muore sul colpo
sabato 28/05/2016 ore 19:57
:. Cronaca .:

martedì 21 dicembre 2010 - 11:21
SALERNO - Arrestati i fratelli Forte, riconosciuti colpevoli dell'omicidio Acconcia avvenuto nel 90

   


Riconosciuti responsabili dell’omicidio dell’imprenditore salernitano Vincenzo Acconcia, commesso nel 1990 sul Masso della Signora, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, di 60 e 56 anni, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Assise di Salerno. I fratelli Forte, considerati elementi di vertice dell’omonimo clan camorristico, egemone a Baronissi, sono stati condannati alla pena dell’ergastolo per i reati di concorso in omicidio pluriaggravato, estorsione tentata ed altro, rilevando il pericolo di reiterazione dei reati. Secondo le indagini dei Carabinieri di Salerno, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, con altri 27 soggetti, erano stati già condannati, per associazione camorristica, nell’ambito della cosiddetta operazione “GATTOPARDO” condotta nell’Aprile 2001. Antonio Forte, tra l’altro, sta già scontando un ergastolo per l’omicidio di Tommaso Toriello, detto “ ‘o francese”, eseguito, a Lancusi di Fisciano nell’agosto 83. Il fratello Gennaro invece è stato arrestato nella propria abitazione di Baronissi e tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno-Fuorni.

Autore: Redazione di Radio Alfa scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Giovane si schianta contro muro a Scafati, muore sul colpo

Era ai domiciliari ma spacciava droga, arrestato 27enne a Siano

Giovane si schianta contro muro a Scafati, muore sul colpo

Trovati con un 1 kg di hashish nascosto in auto, quattro arresti a Salerno

Non consegnò le chiavi del tribunale, al via processo a carico dell'ex sindaco di Sala Consilina

Rapinavano le coppiette nell'Agro Nocerino. Arrestati due componenti della banda

Sequestrati impianti produttivi di un'azienda di imballaggi a Nocera Superiore

Violentò due ragazze a Cava de Tirreni, arrestato 31enne di Altavilla.

Peculato, arrestata 52enne piacentina a Baronissi

Controlli della Polfer di Battipaglia. Un arresto e due denunce