- A Radio Palco la salernitana Rachele Capuano presenta 'Sunny Day' - Sulla Spiaggia Grande di Positano una nuova postazione dei volontari Croce Rossa Italiana - Jennifer Aniston al Giffoni Film Festival invita i ragazzi a staccarsi dai telefonini - A Sarno inaugurato uno sportello di assistenza e supporto ai diversamente abili - Incidente a Marina di Camerota, dopo due settimane di agonia muore l'imprenditore Aniello Carriola - Un'analisi sul terrorismo nell'editoriale di Angelo Di Marino, riascoltalo QUI - A Teggiano il museo 'Lapidario Dianense', intervista al direttore Museo Diocesano, Marco Ambrogi - Multimedia Valley. Gubitosi, ospitera' il futuro della storia del Giffoni Film Festival - Sparatoria ad Angri, due feriti - 'Ente Provinciale Turismo è inutile. Per la Regione va soppresso' contrario il senatore Andria
lunedì 25/07/2016 ore 00:16
:. Cronaca .:

martedì 21 dicembre 2010 - 11:21
SALERNO - Arrestati i fratelli Forte, riconosciuti colpevoli dell'omicidio Acconcia avvenuto nel 90

   


Riconosciuti responsabili dell’omicidio dell’imprenditore salernitano Vincenzo Acconcia, commesso nel 1990 sul Masso della Signora, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, di 60 e 56 anni, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Assise di Salerno. I fratelli Forte, considerati elementi di vertice dell’omonimo clan camorristico, egemone a Baronissi, sono stati condannati alla pena dell’ergastolo per i reati di concorso in omicidio pluriaggravato, estorsione tentata ed altro, rilevando il pericolo di reiterazione dei reati. Secondo le indagini dei Carabinieri di Salerno, i fratelli Antonio e Gennaro Forte, con altri 27 soggetti, erano stati già condannati, per associazione camorristica, nell’ambito della cosiddetta operazione “GATTOPARDO” condotta nell’Aprile 2001. Antonio Forte, tra l’altro, sta già scontando un ergastolo per l’omicidio di Tommaso Toriello, detto “ ‘o francese”, eseguito, a Lancusi di Fisciano nell’agosto 83. Il fratello Gennaro invece è stato arrestato nella propria abitazione di Baronissi e tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno-Fuorni.

Autore: Redazione di Radio Alfa scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Incidente a Marina di Camerota, dopo due settimane di agonia muore l'imprenditore Aniello Carriola

Sparatoria ad Angri, due feriti

Blitz nella Movida di Vallo della Lucania. Carabinieri e Polizia in un bar

6 ettari di terreno distrutti dalle fiamme nel Vallo di Diano

Arrestato 22enne a Salerno per detenzione ai fini di spaccio di droga

Speronano auto dei Carabinieri dopo il furto di una macchina, a Salerno e' caccia ai ladri

Cinquantenne di Felitto arrestato per coltivazione di canapa

Morte per overdose a Giffoni V.P. Avviso di conclusione delle indagini preliminari per un 29 enne

Furto di legna all'oasi Diecimare di Cava de Tirreni

Salerno. 64enne trovato senza vita in una pozza di sangue. Indagini in corso