- Inclusione ed incentivi per gli adulti con disabilita'. A Cava de' Tirreni il progetto 'Vita Indipendente' - Al Focaccia di Salerno dal 12 al 14 dicembre Giochimica6 - Domani e lunedì a Pagani appuntamento con il Premo per l'Impegno Civile Marcello Torre - A don Claudio Mancusi l'onorificenza pontificia 'Cavaliere Santo Sepolcro di Gerusalemme'. Ascolta l'intervista su Radio Alfa - A Pontecagnano contro la crisi economica e la chiusura di negozi, parte 'spendi, gratta e vinci' - Parco degradato. Dopo 10 anni non sarà fatto il presepe vivente in via Fornari a Salerno - Escalation di furti a Capaccio Paestum. Interviene Edmondo Cirielli - Paura a Massa di Vallo della Lucania, fiamme distruggono la cucina di un appartamento. Ferita una donna - Traffico in tilt tra Salerno e la Valle dell'Irno, si corre ai ripari. Oggi incontro al comando dei caschi bianchi - Viaggio in comune... alla scoperta di Calvanico con il sindaco Francesco Gismondi. Riascolta la puntata su Radio Alfa
sabato 10/12/2016 ore 21:21
:. Cultura .:

martedì 01 maggio 2012 - 11:46
Agropoli (SA) - Ritrovate due lettere autografe di San Giuseppe Moscati

   


Eccezionale ritrovamento ad Agropoli. L'editore Ernesto Apicella ha scoperto due lettere autografe di San Giuseppe Moscati (in una foto giovanile) che attestano la sua presenza ad Agropoli. Le due “reliquie” sono state ritrovate da Ernesto Apicella in un palazzo antico situato nel borgo antico di Agropoli. Due lettere preziosissime che documentano l’amicizia tra San Giuseppe Moscati e il dottor Amedeo Di Sergio. Nella prima, scritta il 16 Marzo 1923, San Giuseppe Moscati ringrazia l'amico per l’ottima accoglienza ricevuta ad Agropoli. La seconda, scritta a giugno di due anni dopo, annuncia il suo imminente arrivo ad Agropoli per curare il fratello di Amedeo, Francesco Di Sergio per 21 anni sindaco di Agropoli, molto ammalato. Nella lettera, quasi un presagio, si legge che “vi è un Medico al di sopra di noi: Iddio! Di Cui domani è la festa Eucaristica. Vi prego di non privare vostro fratello di questa medicina (che è la S.Comunione)”. Il giorno successivo, l'11 Giugno, Corpus Domini, Francesco Di Sergio morì serenamente tra le braccia di San Giuseppe Moscati. Un ritrovamente prezioso dal punto di vista sia religioso che storico per la città di Agropoli. Amedeo Di Sergio, in base alle ricerche di Ernesto Apicella, fu allievo di Giuseppe Moscati che laureatosi giovanissimo fu subito nominato docente. E' probabile che in quegli anni, il “medico” Giuseppe Moscati frequentasse molto Agropoli e in particolare i poveri ammalati del borgo. San Giuseppe Moscati morì improvvisamente il 15 aprile1927, a soli 47 anni. Dopo otto anni, sempre il 15 aprile si svolsero i funerali di Amedeo Di Sergio, morto anche lui all’improvviso.

Autore: Ersilia Gillio scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Il raduno Smart domenica 11 dicembre dal Vallo di Diano a Roscigno. Ecco come partecipare

Al via sabato 10 dicembre al Teatro Amabile di Sant'Arsenio il 'Festival Teatrale Santarsenese'

'Afghanistan, missione incompiuta', il giornalista salernitano Nico Piro presenta il suo libro a Salerno. Ascolta l'intervista su Radio Alfa

Presepe di sabbia a Salerno, ascolta l'intervista all'architetto Gianni Schiumarini su Radio Alfa

A Sapri una borsa di studio per ricordare il Primo Maresciallo Francesco Cetrola

Lotta al cancro, l'università di Salerno si conferma all'avanguardia. Riascolta l'intervista al professor Weisz

Totem sensoriali alla Chiesa di San Pietro a Corte di Salerno per i turisti non vedenti

Salernitani nel Mondo: Nella Cerino da Belo Horizonte protagonista della I Settimana della cucina italiana nel mondo

A Teggiano i mercatini natalizi nel castello Macchiaroli tra arte, artigianato, enogastronomia e storia. Le interviste su Radio Alfa

Il Cilento festeggia San Nicola. Il significato della festa tra storia e leggenda. A Radio Alfa monsignor Miniero Vescovo di Vallo