| 23/04 18:33 - Pontecagnnao: domani i Sonohra al Maximall | 23/04 18:30 - Capaccio: Il 15 giugno si vota per scegliere il nome Capaccio-Paestum | 23/04 18:23 - Lagonegro: il 1 maggio manifestazione in galleria dove e' morto un operaio | 23/04 17:54 - Luci d'artista: ospite Veronica De Simone con 'Tutto l'amore che ho' | 23/04 15:13 - Salerno: Fonderie Pisano, De Luca dice si alla delocalizzazione | 23/04 15:02 - Capaccio-Paestum: Visitatori in crescita all'Area Archeologica e al Museo | 23/04 14:35 - Elezioni: Comunali 2014, al voto 55 comuni nel Salernitano | 23/04 12:32 - Salerno: Stadio Arechi blindato per Salernitana-Perugia | 23/04 11:30 - Salerno: Allarme bomba al Tribunale di Sorveglianza | 23/04 11:11 - Campania: Sanità, Lorenzin firma lo sblocco del turn over per la Regione Campania
giovedì 24/04/2014 ore 00:05
:. Cultura .:

martedì 01 maggio 2012 - 11:46
Agropoli (SA) - Ritrovate due lettere autografe di San Giuseppe Moscati

   

Eccezionale ritrovamento ad Agropoli. L'editore Ernesto Apicella ha scoperto due lettere autografe di San Giuseppe Moscati (in una foto giovanile) che attestano la sua presenza ad Agropoli. Le due “reliquie” sono state ritrovate da Ernesto Apicella in un palazzo antico situato nel borgo antico di Agropoli. Due lettere preziosissime che documentano l’amicizia tra San Giuseppe Moscati e il dottor Amedeo Di Sergio. Nella prima, scritta il 16 Marzo 1923, San Giuseppe Moscati ringrazia l'amico per l’ottima accoglienza ricevuta ad Agropoli. La seconda, scritta a giugno di due anni dopo, annuncia il suo imminente arrivo ad Agropoli per curare il fratello di Amedeo, Francesco Di Sergio per 21 anni sindaco di Agropoli, molto ammalato. Nella lettera, quasi un presagio, si legge che “vi è un Medico al di sopra di noi: Iddio! Di Cui domani è la festa Eucaristica. Vi prego di non privare vostro fratello di questa medicina (che è la S.Comunione)”. Il giorno successivo, l'11 Giugno, Corpus Domini, Francesco Di Sergio morì serenamente tra le braccia di San Giuseppe Moscati. Un ritrovamente prezioso dal punto di vista sia religioso che storico per la città di Agropoli. Amedeo Di Sergio, in base alle ricerche di Ernesto Apicella, fu allievo di Giuseppe Moscati che laureatosi giovanissimo fu subito nominato docente. E' probabile che in quegli anni, il “medico” Giuseppe Moscati frequentasse molto Agropoli e in particolare i poveri ammalati del borgo. San Giuseppe Moscati morì improvvisamente il 15 aprile1927, a soli 47 anni. Dopo otto anni, sempre il 15 aprile si svolsero i funerali di Amedeo Di Sergio, morto anche lui all’improvviso.

Autore: Ersilia Gillio scrivi alla redazione


 

Lascia un commento


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Capaccio-Paestum: Visitatori in crescita all'Area Archeologica e al Museo

Cava de Tirreni: Giovedi' si presenta il libro La madre di Ettore

Capaccio: Il carciofo di Paestum IGP conquista Roma

Valva: Conferenza stampa su 'Giornata Rotariana del Patrimonio Culturale'

BUONA PASQUA

Roccadaspide: Domani dalle 17 alle 21 in mostra l’arte di Pasquale Scardino

I Nostri Italiani nel Mondo: Tony Pasquale ci ha parlato della Pasqua a New York

Amalfi: Puntata di Pasqua di Linea Verde dedicata alla Costiera Amalfitana

I Nostri Italiani nel Mondo: La Pasqua a New York, ne parliamo con Tony Pasquale

Padula: la Certosa aperta a Pasqua e Pasquetta

Area Riservata

Registrati per far parte di noi

username
password
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

email