- Sergio Mazza allenatore salernitano di minibasket in Kenya per il progetto Samburu Smile (AUDIO) - A Policastro sabato 1 agosto 'Dolce Cilento'. Il concorso è aperto fino al 30 luglio (AUDIO) - Vicenda Telis, la Regione in campo con i 70 lavoratori di Pagani (AUDIO) - UniSa, rimborso totale per chi è in regola con gli esami. Intervista al Rettore Tommasetti (AUDIO) - Autolinee Curcio, dal 2 agosto nuovi collegamenti per Roma e tante altre novità! (AUDIO) - Baronissi. 25enne ha un infarto mentre canta al karaoke. E' in coma (AUDIO) - Operazione antidroga a Mercato San Severino, arrestati due pregiudicati del posto - Bollettino di guerra sulle strade salernitane, ancora due vittime - Defibrillatori in piazza a Ravello. Uno dei primi esempi in Italia (AUDIO) - Vallo della Lucania festeggia il santo patrono, san Pantaleone (AUDIO)
mercoledì 29/07/2015 ore 08:49
:. Cultura .:

martedì 01 maggio 2012 - 11:46
Agropoli (SA) - Ritrovate due lettere autografe di San Giuseppe Moscati

   

Eccezionale ritrovamento ad Agropoli. L'editore Ernesto Apicella ha scoperto due lettere autografe di San Giuseppe Moscati (in una foto giovanile) che attestano la sua presenza ad Agropoli. Le due “reliquie” sono state ritrovate da Ernesto Apicella in un palazzo antico situato nel borgo antico di Agropoli. Due lettere preziosissime che documentano l’amicizia tra San Giuseppe Moscati e il dottor Amedeo Di Sergio. Nella prima, scritta il 16 Marzo 1923, San Giuseppe Moscati ringrazia l'amico per l’ottima accoglienza ricevuta ad Agropoli. La seconda, scritta a giugno di due anni dopo, annuncia il suo imminente arrivo ad Agropoli per curare il fratello di Amedeo, Francesco Di Sergio per 21 anni sindaco di Agropoli, molto ammalato. Nella lettera, quasi un presagio, si legge che “vi è un Medico al di sopra di noi: Iddio! Di Cui domani è la festa Eucaristica. Vi prego di non privare vostro fratello di questa medicina (che è la S.Comunione)”. Il giorno successivo, l'11 Giugno, Corpus Domini, Francesco Di Sergio morì serenamente tra le braccia di San Giuseppe Moscati. Un ritrovamente prezioso dal punto di vista sia religioso che storico per la città di Agropoli. Amedeo Di Sergio, in base alle ricerche di Ernesto Apicella, fu allievo di Giuseppe Moscati che laureatosi giovanissimo fu subito nominato docente. E' probabile che in quegli anni, il “medico” Giuseppe Moscati frequentasse molto Agropoli e in particolare i poveri ammalati del borgo. San Giuseppe Moscati morì improvvisamente il 15 aprile1927, a soli 47 anni. Dopo otto anni, sempre il 15 aprile si svolsero i funerali di Amedeo Di Sergio, morto anche lui all’improvviso.

Autore: Ersilia Gillio scrivi alla redazione


 

Lascia un commento

L'area commenti offre la possibilità di esprimere la propria opinione sui vari argomenti pubblicati.
Affinchè tutto ciò avvenga nel pieno rispetto del vivere civile e del buon senso, ogni commento inviato verrà pubblicato previa approvazione.
Pertanto l’invio di commenti che non rispettano questa politica, verranno prontamente eliminati.


(non verrà pubblicata)

Come misura di sicurezza nei confronti dei messaggi di spam automatici, inserisci per favore nel seguente campo la parola che compare nell'immagine:


Vallo della Lucania festeggia il santo patrono, san Pantaleone (AUDIO)

Lascia Maiori per dedicarsi ai bambini della Bolivia. Il racconto di Gianluca (AUDIO)

Il patrimonio archeologico salernitano in mostra a Milano (AUDIO)

Salernitani nel Mondo: la cucina salernitana in Germania promuove il nostro territorio (Audio-Video)

Tre comuni campani insieme per lo sviluppo del bioturismo (AUDIO)

Salernitani nel Mondo: la cucina salernitana in Germania promuove il nostro territorio

Da venerdi' 24 a domenica 26 luglio a Prato Perillo di Teggiano la Pisatura 2015 (AUDIO)

Torna Overline Jam a Baronissi. Un'esaltazione dell'arte di strada (AUDIO)

Al Procuratore Tribunale di Lagonegro, Russo, la benemerenza in memoria di Borsellino (AUDIO)

Salernitani nel Mondo: Ragone su associazione Tanos e Museo dell’emigrazione (Audio-Video)