Giffoni V. P. (SA) – Chiuso il Giffoni Experience

Nell’edizione numero 39 dedicata al Tabù, il film shock sul suicidio ‘My Suicide’ è il più premiato del Festival di Giffoni, aggiudicandosi tre riconoscimenti: Miglior Film categoria +16, Gran Premio della Giuria +16 e il Premio Speciale del portale cinematografico My Movies. Il film a basso budget del regista americano David Lee Miller, racconta la storia di Archie Williams, 17 anni, genio dei media, che, dopo aver annunciato che presto si ucciderà davanti alla telecamera, diventa improvvisamente il ragazzo più popolare della scuola. Alcuni provano a salvarlo, altri vogliono imitarlo. Nelle altre categorie, l’australiano ‘Broken Hill’ e il danese ‘See you’ si aggiudicano il premio rispettivamente come miglior film e miglior corto della categoria +13 aggiungendosi ai premiati degli scorsi giorni: lo spagnolo ‘Carlitos and the chance of a lifetime’ e il corto norvegese ‘Fishing with Sam’, vincitori della categoria +6 e l’iraniano ‘A time to love’, film vincitore della categoria +10 insieme al corto ‘Il mio ultimo giorno di guerra’. Per la categoria +16, oltre a ‘My suicide’, i ragazzi hanno premiato come miglior corto ‘The Ground beneath’. Il Gran premio della Giuria è andato anche all’australiano ‘Accidents happen’, mentre per quanto riguarda i premi speciali del Festival, l’Amnesty International Award è andato al film sudafricano ‘Skin’ per ‘aver affrontato con originalita’ il tema doloroso dell’apartheid’; mentre il Conservatorio Musicale di Salerno ha premiato per la colonna sonora ‘The Greatest’, il film con Susan Sarandon e Pierce Brosnan.

Lascia un Commento