Crisi del comparto edilizia nel Cilento, ascolta la denuncia della Filca Cisl Salerno

Occupazione ai minimi storici nel Cilento.

Ad essere fermo è soprattutto il comparto dell’edilizia.

Sono allarmanti i dati raccolti dalla Filca Cisl di Salerno soprattutto per quanto riguarda il settore costruzioni nel territorio a sud di Salerno.

Nel Cilento, nonostante gli annunci degli ultimi giorni in merito a dei finanziamenti in arrivo per la depurazione e per la messa in sicurezza di alcune strade, l’edilizia è in stallo.

Dall’inizio della crisi in provincia di Salerno, nel 2008, gli addetti alla Cassa Edile erano circa 22 mila  ad oggi l’effetto della crisi fa registrare addetti intorno alle 10.000 unità, con una perdita di operai di circa 12 mila sull’intera Provincia.

A lanciare l’allarme è Giuseppe Marchesano, dirigente della Filca  responsabile per il Cilento.

L’organizzazione sindacale si è attivata su tutto il territorio per avere tavoli di confronto con le istituzioni locali sulle problematiche di opere ferme, per far inserire nei bandi di gara di appalto di lavoro e di servizio le clausole sociali, questo per fare in modo che vengano assunti lavoratori in difficoltà del territorio.

Riascolta la denuncia di Marchesano al microfono di Carmela Santi
Giuseppe Marchesano

Lascia un Commento