Capitale della Cultura 2020, Salerno si aggrega a Ravello

Salerno sostiene Ravello per concorrere a “capitale della cultura 2020”. Il capoluogo quindi ha deciso di aggregarsi alla città della Musica.

L’amministrazione comunale ha quindi ceduto il passo quasi in extremis, poiché il 15 settembre scadono i termini, ed ha approvato in giunta ieri mattina il programma da presentare al Ministero dei Beni Culturali.

Da qualche settimana Ravello ha messo in moto già la sua macchina, presentando il logo e i supporters sotto la regia dell’ex sindaco di Ravello Secondo Amalfitano, protagonista, nelle ultime settimane, anche di uno scontro a distanza con l’ex presidente della provincia Alfonso Andria che ha contestato l’esclusione del Centro Studi Amalfitani dall’organizzazione.

Salerno, nel suo itinerario, offrirà Luci d’Artista, la Stazione Marittima e il Teatro Verdi che farà da supporto all’Auditorium di Ravello.

In campo c’è un milione di euro che sarà stanziato direttamente dal Ministero dei Beni Culturali.

Lascia un Commento