CAMPANIA – Una donna alla regione?

Pur essendo reduce da importanti successi politici, ottenuti in Parlamento, con il plauso anche di tutte le opposizioni, dopo l’approvazione della nuova legge sullo stalking (per la quale sono addirittura arrivati i complimenti di Luxuria), il Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna continua a ribadire il suo forte interessamento per la Regione Campania e, indirettamente, per la poltrona attualmente occupata da Antonio Bassolino.
L’ultima occasione, in ordine di tempo, è stata quella di Avellino dove, ieri, era in programma la manifestazione "GOVERNINCONTRA", organizzata dal Ministro Rotondi, per illustrare al territorio gli obiettivi raggiunti dal Governo Berlusconi dall’aprile 2008 ad oggi. Sul tavolo dei relatori i ministri Maroni, Matteoli, Rotondi ed appunto Carfagna che, nel corso del suo intervento, ha voluto rimarcare il fallimento degli ultimi 15 anni di gestione della Campania evidenziando come “i cittadini campani siano stati mortificati dal Governo Regionale”. Con accurata strategia politica, gli altri ministri e sottosegretari presenti si sono astenuti dal lanciare stoccate a Bassolino & Co., affidando il delicato e prestigioso compito proprio al Ministro per le Pari Opportunità.
Non è un segreto per nessuno: il Ministro Carfagna punta alla leader ship regionale nell’ambito del nascente PDL ed è naturale che questo passi anche attraverso una continua contrapposizione nei confronti di chi, oggi, guida l’Ente Regione Campania. Da qui ad una possibile candidatura alla presidenza della Regione ne passa, sia di tempo che di altri fattori. Al momento, però, il suo nome, per età, competenza, conoscenza sul territori e livello di gradimento, pare quello piu’ indicato per una sfida che si dovrebbe tenere nel 2010, anche se tutti tengono il fiato sospeso per un possibile voto anticipato.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento