CAMPANIA – Un codice a barre per la mozzarella di bufala

Un codice a barre leggibile attraverso un telefonino presto garantirà i consumatori sulla bontà della mozzarella di bufala campana Dop. Il nuovo sistema di tracciabilità della mozzarella, presentato ieri in video-conferenza da Bruxelles a 26 città d’Europa, è basato sul codice a barre bidimensionale "QR", già in via di sperimentazione in alcune aziende bufaline della Campania. Permetterà, attraverso il collegamento tra codici a barre e telefonini o altri supporti tecnologici e social network, di trasferire ai consumatori una serie di informazioni sul prodotto, anche in formato audio e video, riguardanti, ad esempio, il luogo e le modalità di produzione.

Lascia un Commento