CAMPANIA – Rischio sfratto per 3mila famiglie deboli

Circa 3mila famiglie in Campania rischiano di trovarsi per strada senza una casa, tra pochi giorni, quando scadrà la sospensione degli sfratti per le famiglie socialmente deboli. L’allarme arriva dal coordinamento regionale del Sunia, Sindacato unitario degli inquilini. "Di tante chiacchiere fatte su piano casa, alloggi alternativi, passaggio da casa a casa, niente si è concretizzato: Governo, Regione e Comune, sostiene il Sunia, non hanno messo in campo nessuna misura concreta per venire incontro al disagio abitativo perlomeno per le famiglie con gravi problemi sociali. Migliaia di famiglie campane, aggiunge il sindacato degli inquilini, rischiano di perdere la casa per morosità, in quanto non riescono più a pagare i fitti esosi che incidono, ormai, più del 60% su uno stipendio medio". L’unica cosa che il Governo deve fare, suggerisce il Sunia, é varare con estrema urgenza un provvedimento di sospensione delle esecuzioni non solo degli sfratti in danno delle famiglie disagiate, ma anche degli sfratti per morosità incolpevoli, avviando un monitoraggio teso a sostenere il peso degli affitti per le famiglie in difficoltà.

Lascia un Commento