CAMPANIA – Nicola Mancino non si candiderà alle regionali

Nicola Mancino, vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, sgombra il campo dall’ipotesi, circolata in questi giorni, di una sua candidatura per il Pd alla presidenza della Regione Campania. Mancino esclude un ritorno alla politica attiva che, “per scelta personale e dovere istituzionale, dice, ho tenuto distante dalle mie attuali responsabilità e che non intendo rivedere”. La funzione che ricopre al Csm dal luglio 2006, scadrà dopo le prossime elezioni regionali. “Agli amici, conclude Nicola Mancino, rivolgo la preghiera di risparmiarmi un referendum sulla mia persona che non ho chiesto e non chiedo”.  E sulla presunta candidatura di Mancino alla Regione Campania, paventata da esponenti politici della sinistra era intervenuto anche il senatore salernitano del pdl, Vincenzo Fasano, secondo cui si tratta dell’ultimo disperato tentativo di resistere in uno degli ultimi avamposti del proprio potere. Se ad indicare quale possibile candidato ad una competizione elettorale il Vice Presidente del CSM fosse stato il centrodestra, avrebbe scatenato il Pd ed i suoi alleati, sostiene Fasano.

Lascia un Commento