CAMPANIA – Legambiente: “Dai roghi un ritorno economico”

Gli incendi vengono appiccati perché c’é un ritorno economico. Ad essere certo della causa dolosa dietro ai numerosi roghi divampati negli ultimi giorni in Campania è il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo, secondo cui gli interessi economici sono rappresentati dall’abusivismo edilizio, dall’allargamento delle zone di pascolo ed agricole, dal bracconaggio e dal rimboschimento. Basti pensare, spiega Buonomo, che solo il rimboscamento costa 2.000 euro all’ettaro. La Campania aggiunge il responsabile regionale di Legambiente è una regione che viene promossa sul catasto delle aree incendiate, ma bocciata sulla prevenzione e sensibilizzazione: sei comuni campani su dieci hanno realizzato il catasto delle aree bruciate, ma solo il 33% ha svolto campagne informative e il 33% ha avviato campagne di avvistamento e prevenzione incendi.

Lascia un Commento