CAMPANIA – Frana di Atrani. Ganapini, nessuna richiesta dai comuni

I comuni di Atrani e di Amalfi non hanno fatto nessuna richiesta di intervento all’assessorato regionale all’ambiente per situazioni legate al dissesto idrogeologico nella parte del costone franato sabato scorso in Costiera Amalfitana. Lo sostiene l’assessore regionale Walter Ganapini spiegando che il Settore Difesa Suolo, lo scorso ottobre, al fine di aggiornare la mappa del rischio idrogeologico regionale basata sui piani approvati dalle Autorità di Bacino, ha inviato a tutti i comuni della Campania una lettera con cui si richiedevano le azioni non strutturali adottate dai singoli territori e, allo stesso tempo, se vi fosse necessità di interventi urgenti legati al dissesto idrogeologico. I Comuni di Atrani e di Amalfi non hanno fornito alcuna risposta. La Regione Campania – aggiunge l’assessore Ganapini – proprio al Comune di Atrani ha assegnato, ad oggi, 700mila euro per il rifacimento della scogliera a mare a 170mila euro per il consolidamento dei costoni a monte della chiesa. Nessuna segnalazione sarebbe mai giunta per i costoni a ridosso del ristorante Da Zaccaria dove si è consumata la tragedia con la morte del cuoco Carmine Abate.

 

Lascia un Commento