CAMPANIA – Cassazione allenta la presa sul sequestro alla Impregilo

La Cassazione allenta la presa sul megasequestro da 750 milioni di euro al gruppo ‘Impregilò e annulla, con rinvio al Tribunale del riesame di Napoli, l’ordinanza cautelare disposta dal gip Rosanna Saraceno nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti in Campania. La decisione è stata presa dalle Sezioni Unite penali della Suprema Corte, e fino a quando non saranno depositate le motivazioni, non si potrà prevedere la somma che sarà liberata. In base ai primi calcoli comunque, potrebbero essere dissequestrati 500milioni di euro. A sostenere la Impregilo nel ricorso in Cassazione è stato il Sostituto procuratore generale della Cassazione, Gianfranco Ciani, il quale ha detto che alla società "non si può imputare lo svolgimento di una attività imprenditoriale completamente illecita". Il difensore della Impregilo, Alfonso Stile, ha poi sottolineato che dal calcolo del profitto da sequestrare vanno detratti "tutti i costi che si sono risolti in un vantaggio per il danneggiato".

Lascia un Commento