CAMPANIA – Approvato il piano ospedaliero, le novità per la provincia di Salerno

La riduzione della Asl da 13 a 7, tre per Napoli, ed una per le altre province, è una delle principali novità contenute nel piano ospedaliero approvato la notte scorsa dal consiglio regionale.  Con la riduzione delle Asl sono stati approvati anche i tagli ai posti letto, 845 in tutta la rete ospedaliera tra pubblico e privato. Quanto agli ospedali, in provincia di Salerno, escono dalla rete dell’emergenza gli ospedali di Roccadaspide ed Agropoli, mentre vengono riclassificati da Dea a presidi di primo livello gli ospedali di Scafati, Cava dei Tirreni e Oliveto Citra. Tra le principali misure contenute nel piano approvato al termine di tre giorni di dibattito, vi è anche una stretta alle consulenze. Le misure di contenimento della spesa sanitaria regionale, stimate in circa 200 milioni di euro, erano richieste per evitare il rischio di commissariamento e dopo che il governo lo scorso 10 ottobre ha avviato una procedura di diffida nei confronti della Regione Campania.

Lascia un Commento