BASILICATA – CIA, un tavolo con la Regione per la cerealicoltura

E’ una stagione all’insegna della difficoltà, quella della cerealicoltura in Basilicata. Lo afferma il responsabile lucano della Confederazione italiana degli agricoltori per il settore cerealicolo, Antonio Nisi, che in una nota ha chiesto alla Regione di istituire un tavolo tecnico. Nisi evidenzia che in Basilicata produrre un ettaro di grano duro costa alle aziende circa 900 euro, e produce un ricavo di 570 euro, con una resa che si riduce quindi tra il 20 e il 25 per cento. Pertanto Nisi chiede l’intervento della regione "prima che gli speculatori costringano i produttori a vendere a prezzi ancora più bassi" rispetto a costi aumentati "per fattori climatici e per minori superfici coltivate. Le quotazioni del grano duro, conclude Nisi, sono inferiori a quelle di 20 anni fa, poiché un quintale può essere pagato tra i 19 e i 20 euro.

Lascia un Commento