Assenteisti al Ruggi, prosciolti 22 dipendenti

Sono stati prosciolti 22 dipendenti dell’ospedale Ruggi di Salerno indagati nell’ambito della clamorosa inchiesta sugli assenteisti,  condotta dalla Procura salernitana.

La decisione del giudice per l’udienza preliminare, Piero Indinnimeo, riguarda i dipendenti accusati di aver violato la legge Brunetta sull’errato utilizzo del badge per registrare la presenza sul luogo di lavoro. Accusati di aver strisciato il cartellino per conto di colleghi.

Il giudice si è pronunciato “per un non luogo a procedere” perchè il fatto non sussiste nei confronti di 22 dipendenti dell’azienda ospedaliera di Salerno. In pratica non è stato dimostrato dall’accusa che non fosse in servizio il dipendente che si faceva marcare il tesserino dal collega. Secondo il gup Indinnimeo, “gli scambi compiuti dagli imputati non hanno determinato alcuna assenza dal servizio da parte degli stessi, neanche per un minuto, nel senso che, pur non timbrando personalmente il cartellino, sono stati sempre sul luogo del lavoro, dal primo minuto della richiesta di prestazione lavorativa, fino all’ultimo”.

Lascia un Commento