Ascea-Velia (SA) – Denuncia D’Angiolillo, in pericolo il sito di Elea Velia

Monumenti pericolanti, tettoie divelte dal vento, erbacce e spazi espositivi chiusi nel sito archeologico di Elea-Velia nel Cilento. Lo denuncia Pasquale D’Angiolillo, consigliere del Comune di Ascea e presidente dell’associazione Cilento-Turismo.it, che riunisce i consorzi e gli operatori turistici del Cilento e del Vallo di Diano. In particolare, preoccupa lo stato di degrado della cosiddetta "Porta Rosa", realizzata nel VI secolo a.C. e considerata l’unico esempio di arco a tutto sesto della Magna Grecia. La porta, chiusa da due anni a causa di una frana, rischierebbe dopo le piogge delle scorse settimane nuovi irreparabili danni. D’Angiolillo denuncia anche la chiusura degli spazi espositivi sull’acropoli della polis, a soli tre anni dalla inaugurazione, a causa del danneggiamento delle teche.

Lascia un Commento