Aquara (SA) – Scomparso da 13 anni, riceve un rimborso

Scomparso da 13 anni, ad un cittadino di Aquara in provincia di Salerno, è arrivato un rimborso chiesto 15 anni fa. Protagonista della vicenda di mala-burocrazia,  Guglielmo Bruno, che nel 1994, aveva chiesto il rimborso per alcune bollette dell’energia elettrica pagate per errore più volte. L’Acea, il gruppo industriale che si occupa della gestione dei servizi energetici, ha evaso la pratica, solo lo scorso mese di maggio. L

’Acea è intervenua informando che agli atti dell’Azienda non risulta alcuna comunicazione sul decesso del signor Guglielmo Bruno. L’azienda ha precisato che il rimborso di oltre 670 euro, non riguarda bollette pagate più volte, ma il ricalcolo eseguito da Acea in base ai consumi effettivi segnalati dal contatore. Poi l’azienda ha ricordato che la normativa vigente sulla fornitura di energia elettrica, prevede che al momento della scomparsa dell’intestatario, gli eredi dovrebbero effettuare la voltura entro 15 giorni lavorativi dall’avvenuto decesso. In questo caso, prosegue la nota dell’Acea, la voltura non é stata mai effettuata. Gli eredi comunque hanno diritto al rimborso, basta che inviino all’azienda la documentazione che attesti il decesso del del signor Bruno.

Lascia un Commento