Angri (SA) – Sequestrati beni riconducibili alla camorra

Beni per un valore di oltre 250mila euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia nel Salernitano in esecuzione di un provvedimento emesso dal tribunale di Salerno. I beni sono intestati ad una persona collegata al clan Tempesta di Angri, dedito prevalentemente all’usura. Il sequestro riguarda un noto ristorante che è gestito da un 39 del luogo. Il provvedimento é stato emesso dalle Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale proprio a seguito delle indagini condotte dagli della Direzione investigativa antimafia di Salerno

Lascia un Commento