Albanella (SA) – Enel invia rimborso da 4 euro, ma il destinatario è morto 8 anni fa

Rimborso Enel di 4 euro con assegno non trasferibile, ma il destinatario è deceduto da otto anni. Una storia paradossale e dal sapore della beffa per i parenti di Innocenti Cafaro, morto ad Albanella, in provincia di Salerno, otto anni fa. All’uomo, infatti l’Enel ha inviato nei giorni scorsi un assegno di poco meno di 5 euro, rigorosamente "non trasferibile", per rettifica fatturazione. Evidentemente, i funzionari dell’Enel non sapevano che il signor Cafaro era deceduto nel 2001, nonostante all’epoca i parenti ne avessero regolarmente comunicato l’avvenuto decesso, provvedendo anche al distacco del contatore presso la sua abitazione. Nessuno potrà mai riscuotere l’assegno, e nessuno dei parenti ha intenzione di riscuoterlo.

Lascia un Commento