Agropoli (SA) – Benzinaio ucciso, condannati 3 imputati

Emessa ieri al Tribunale di Vallo della Lucania, la sentenza di condanna dei tre giovani imputati per l’uccisione di Davide Pecora, 64enne benzinaio di Agropoli, avvenuta durante un tentativo di rapina, il 7 luglio dello scorso anno. Il gup del Tribunale di Vallo, Rosa la Rocca, accogliendo parzialmente le richieste del pubblico ministero, al termine del processo svoltosi con rito abbreviato, ha condannato a 18 anni di reclusione Pasquale Giordano, agropolese di 21 anni, che avrebbe ucciso il benzinaio con un colpo di fucile al petto. Sedici anni sono stati inflitti ai presunti complici Maurizio Corradino e Antonio De Rosa, quest’ultimo figlio di un consigliere comunale della cittadina cilentana e indicato come basista del colpo finito in tragedia. Il pm Francesco Rotondo aveva chiesto 18 anni per tutti e tre i giovani rapinatori.

Lascia un Commento